Articoli

Pixar:Onward

Titolo di un film per ora poco presente nell’ immaginario collettivo ma che presto (2020) sarà conosciuto dai più.

Di che si tratta?

Il nuovo film originale della Disney-Pixar.

Il film è molto importante in quanto opera “originale”(dopo 3 anni) e non sequel/prequel/spin off di opere precedenti.

Va notato infatti che negli ultimi tempi la Disney-Pixar ha realizzato vari sequel cars 3, Toy story 4, Frozen 2 (2019) mentre sono molti i rifacimenti dei classici Disney realizzati in “live action” negli ultimi anni: Cenerentola, Mary Poppins, Re leone, Aladdin ecc…

Il perchè di questi sequel lo sappiamo bene: soldi sicuri. In un era dove lo streaming, serie TV e Web spopolano nell’ industria dell’intrattenimento, il buon vecchio cinema punta su progetti sicuri, ma Walt Disney lo sapeva bene, non bisogna mai adagiarsi ma sperimentare sempre qualcosa di nuovo.

Questo perchè il profitto non può andare a discapito della narrazione che è il fulcro portante di tutto. Film come gli Incredibili 2 o La bella e la Bestia in “live action” hanno senso in quanto portano dentro sé qualcosa di autentico ma film come Toy story 4 o Cars 3? Non è sempre la solita storia trita e ritrita?

Il pubblico a lungo andare se ne accorge. E’successo a Cars 3 diventato un mezzo “flop” sia da parte della critica che del botteghino (confronto agli altri film animati), mentre l’ originale Coco è stato apprezzato ed eletto il miglior film Pixar di sempre.

Il film Onward che quasi sicuramente avrà un titolo diverso in italiano, si appresta ad essere quindi un nuovo classico e gli elementi ci sono tutti: elfi, magia e viaggio. Buona fortuna allora!

La fotografia è arte?

La fotografia è arte?

Evoluzione della fotografia nell’ 800 e oggi.

La risposta potrebbe sembrare banale ma fidatevi non è così!

Chiunque oggi non avrebbe dubbi sul fatto che la fotografia sia arte, professionisti del settore, direttori della fotografia, appassionati di tutto il mondo.

La fotografia è insieme al cinema la forma che più identifica il XX secolo.

Ma non è sempre stato così, sin dalla sua scoperta la fotografia è stata oggetto di dibattito.

Infatti per gli artisti ottocenteschi come poteva un apparecchio automatico che utilizzava la luce solare essere considerata arte?
Tutti possono fotografare, anzi i fotografi venivano considerati pittori mediocri e svogliati nello studio che attraverso lo stratagemma fotografico sopperivano a mancanze tecniche. Ma cosa stava succedendo, come mai questa avversione alla fotografia?

Uno dei motivi fondamentali di questa avversione lo possiamo collegare al ritratto fotografico che era molto più economico rispetto ad un dipinto a mano.

Foto ottocento

Quindi in linea di massima quasi tutti potevano permetterselo.

Fino al al XIV secolo i dipinti erano solo raffigurazioni religiose poi con l’ umanesimo i soggetti raffigurati iniziarono

a riguardare anche il profano fino ad arrivare ai ritratti nobiliari.

I nobili si facevano ritrarre non solo perché lasciavano un segno nel tempo ma perché in qualche modo si avvicinavano a Dio (essendo stato il soggetto principale dei pittori).

Con la nascita della fotografia la concezione del ritratto è totalmente cambiata.

Veniva a meno la disparità tra ricchi e poveri e ovviamente il ceto nobiliare non era molto d’accordo.

E’ anche vero che i primi apparecchi fotografici date le dimensioni e i lunghi tempi di scatto non davano spazio alla

creatività dell’ artista, erano troppo meccanici.

All’ inizio quindi la fotografia si espanse in tutta europa più che altro perché destava curiosità.

Una volta esauritasi la novità, i fotografi iniziarono a sperimentare un linguaggio.

Nascono i primi esperimenti, nascono scuole, professionisti del settore come Nadar, movimenti artistici.

In altre parole la fotografia era diventata Arte.

Ma oggi che con l’ era digitale fare fotografie è alla portata di tutti, la fotografia può essere considerata arte?

Il fatto che in molti si spacciano “fotografi” semplicemente perché possiedono una reflex  screditano il valore artistico della fotografia?

Leggi il prossimo articolo…

L’ arte nel digitale

Evoluzione della fotografia nell’ 800 e oggi.

Parte 2