movimenti macchina

Movimenti camera

Il cinema si divide sostanzialmente in due tipi di rappresentazioni:

.MRP (metodo di rappresentazione primitivo)

.MRI (metodo di rappresentazione istituzionale)

Fino agli anni 10 del secolo scorso veniva utilizzato l’MRI solo grazie a registi come Griffith il modo di rappresentare un film è diventato più evoluto, complesso e bello.

Uno degli elementi che distinguono il modo di riprendere primitivo da quello istituzionale sono sicuramente i movimenti di camera.

Infatti prima si utilizzava un’inquadratura statica, fissa, mentre poi si sono sviluppati i movimenti di camera.

Quelli più importanti sono:

.Panoramica:cioè far ruotare la macchina da presa sopra il treppiedi lungo le assi x,y,z

Questo movimento ha un carattere quasi sempre descrittivo, serve cioè per far osservare la scena in tutta la sua ampiezza allo spettatore.

.Carrellata: si attua attraverso l’ uso dei binari o attraverso la steadycam ( metodo per non far vibrare la macchina) https://it.wikipedia.org/wiki/Steadicam .

Può avere un carattere più emotivo rispetto alla panoramica, in quanto si può seguire un personaggio o creare più drammatica l’azione esempio una carrellata lenta in un corridoio come potete vedere nel link https://www.youtube.com/watch?v=TCuWM53tO0c

.Zoom: è una finta carrellata in quanto a spostarsi sono le lenti del nostro obbiettivo e aumentano o avvicinano la distanza con il nostro soggetto, tuttavia non essendoci un vero e proprio movimento il soggetto risulta essere schiacciato allo sfondo c’è quindi una unione di piani.

Solitamente lo zoom ha un carattere molto emotivo più suscitare pericolo o dare forza ad un personaggio. Per capire meglio guarda il link.

https://www.youtube.com/watch?v=kjZ9EQ7LMD8